Chi abita nella pianura padana vive in una camera a gas

la mappa Esa Kids dell’Europa (foto 1) è tratta dal satellite che rileva l’inquinamento del globo terrestre.
Quanto più è scura un’area maggiore è il suo inquinamento.
Come si può notare la pianura padana è una delle due aree più vaste e inquinate dell’Europa.
Il motivo di tutto ciò è dovutao da due fattori:
-a: la vasta pianura è circondata a nor-ovest dalla catena montuosa delle alpi e a sud da quella degli appennini; ciò ostacola la circolazione di forti venti che contribuirebbero a disperdere la concentrazione degli inquinanti;
-b: la presenza di un numero elevato di autostrade e stade (foto 2) con traffico elevato contribuisce fortemente all’inquinamento dell’aria.
Certamente le giornate nebbiose sono le peggiori da questo punto di vista, ma molte persone sono portate a credere che nelle belle giornate l’aria sia più pura; in realtà in assenza di forti venti solo la pioggia riesce in qualche modo a “lavare” l’aria.
Studi sulle piante hanno individuato per ora alcune varietà, che contribuiscono in qualche modo a contrastare l’inquinamento, mentre altre sono meno adatte.
In proposito può essere consultato un mio precedente articolo in materia.
Questo inquinamento ha già prodotto un incremento delle malattie delle vie online order xenical respiratorie, soprattutto nei bambini e negli anziani.
Alcuni studi in italia parlano di una media di 15 morti ogni 10.000 abitanti, ma se in vaste aree d’Italia il numero può essere basso, per la media del pollo qual’è la concentrazione nella pianura padana?
Un’ultima annotazione: esaminando la mappa si possono tranquillamente distinguere dove sono ubicate le metropoli: Roma, Napoli, Marsiglia, Barcellona, ecc.a
Per finire due riflessioni/domande: a cosa servono i divieti alla circolazione del giovedì o della domenica? E’ sempre più ugente incrementare i progetti Km zero e il trasporto pubblico!

Un pensiero su “Chi abita nella pianura padana vive in una camera a gas

  1. paolo marani

    A dire la verità, questa famosa immagine tanto cara agi ambientalisti e che gira da parecchi anni, non misura “l’inquinamento” in se ma solamente la concentrazione al suolo degli NOx (ossidi di azoto), che sono si correlati indirettamente con le polveri sottili, ma anche con la propensione dell’aria a ristagnare (orografia del terreno). Tanto è vero che l’ilva di taranto, considerata una delle zone più inquinate del mondo, è a malapena visibile nella foto, perchè sta sul mare e gli ossidi di azoto vengono diluiti dal vento e neutralizzati dall’acqua. La pianura padana è sfortunata, perchè come i paesi bassi è piatta e altamente urbanizzata. Daccordo comunque le le domeniche di fermo auto non servono a un tubo, serve invece stare un po in collina, dove l’aria è molto più pulita poichè gli inquinanti e le polveri tendono a rimanere al suolo.

I commenti sono chiusi.